Le compagnie di assicurazione hanno bisogno di sapere come si utilizza l’auto in modo che possano calcolare il livello di rischio e prezzo la vostra politica di conseguenza. Quando si tratta di uso del veicolo, vorranno sapere tre cose principali:

  • Guidi l’auto per scopi personali o aziendali?
  • Se si tratta di un’auto personale, la usi per andare e tornare dal lavoro o dalla scuola?
  • Su base annua, quante miglia si guida l’auto?

Questi fattori di uso del veicolo avrà un impatto sul tipo di politica è necessario acquistare e come viene valutato dalla vostra compagnia di assicurazione. Diverse aziende ponderano questi elementi in modo leggermente diverso, quindi è possibile che le tue risposte alle domande di cui sopra ti aiuteranno a determinare quale azienda è la migliore per te.

Uso commerciale vs personale

Di solito è abbastanza facile capire se un veicolo dovrebbe essere coperto da una politica auto commerciale piuttosto che da una politica personale. Uno di questi fattori sarebbe un buon indicatore:

  • Se il veicolo è di proprietà e registrato a un’azienda (indipendentemente dal fatto che il nome dell’azienda sia dipinto sul lato).
  • Se il veicolo è guidato esclusivamente da dipendenti di un’azienda.
  • Se il veicolo viene spesso utilizzato per trasportare attrezzature, strumenti o prodotti per un’azienda.
  • Se il veicolo è il business (alcuni esempi sarebbero un taxi, corriere o servizio di consegna) o è parte integrante di eseguire un servizio che l’azienda fornisce.
  • Se il veicolo è dotato di componenti aggiuntivi commerciali come gru, portoni di sollevamento, argani, spazzaneve e così via.

Se uno di questi si applica all’uso del veicolo in questione, probabilmente è necessario coprirlo con una politica auto commerciale.

Business-y Uso personale

A volte la linea tra personale e commerciale non è così chiara.

Se, come parte del tuo lavoro professionale, porti i clienti con te agli appuntamenti e così via, puoi probabilmente farlo secondo una politica personale. Questo presuppone che la guida non è il lavoro—che è, non sei un servizio di taxi o di guida per una società ride-sharing come Uber o Lyft. Se sei un avvocato o un commercialista e si prende il vostro cliente con voi per una riunione, il vostro business primario è lawyering o contabilità e non il trasporto di persone da un posto all’altro.

Lo stesso vale per le persone la cui attività richiede loro di essere più posti durante il giorno. Un agente immobiliare o operatore sanitario a casa può tranquillamente guidare da un appuntamento all’altro sotto una politica personale. Il viaggio è parte integrante del lavoro, ma poiché non vengono trasportati clienti o merci, questo è considerato uso personale e non commerciale.

C’è anche un’eccezione per coloro che hanno un’attività part-time o secondaria che potrebbero richiedere di trasportare prodotti su base occasionale. Se si gestisce un business stile di vita che vende relativamente piccole quantità di prodotto, probabilmente stai bene farlo senza una politica commerciale. Ma se questo business diventa più di un concerto a tempo pieno, è necessario riconsiderare.

Diverse compagnie di assicurazione hanno politiche diverse, quindi la cosa migliore è parlare con il tuo agente indipendente per verificare che tu abbia la copertura corretta. Le compagnie di assicurazione sono ben all’interno del loro diritto di negare un reclamo per un incidente che coinvolge qualcuno che stava conducendo affari commerciali sotto una politica auto personale. Se non sei sicuro, assicurati. La pace della mente è valsa la pena.

Pleasure Use vs. Pendolarismo

C’è un modo semplice per determinare se un veicolo viene utilizzato per il pendolarismo o meno. Chiedersi: Salgo in macchina quasi tutte le mattine e guido da qualche parte, lo parcheggio lì per la maggior parte della giornata, e poi lo guido a casa la sera? Se la risposta è sì, hai una macchina pendolare.

D’altra parte, se si utilizza l’auto su base giornaliera, ma nessuno lo guida da e per il lavoro o la scuola, sarebbe considerato un veicolo di “piacere”. Questa etichetta si applica anche a un veicolo che viene guidato solo occasionalmente. Alcune compagnie di assicurazione utilizzano chilometraggio per determinare se una macchina è un veicolo di piacere o no. Ad esempio, se si guida meno di 7.500 miglia all’anno (che funziona a circa 20 miglia al giorno), l’assicuratore potrebbe classificare il veicolo per uso di piacere e assicurarlo a un tasso inferiore.

Le ragioni di questo sono semplici. I veicoli pendolari sono guidati più miglia, il che significa che sono sottoposti a un rischio maggiore rispetto ai veicoli da diporto. Essi tendono anche ad essere sulla strada durante le ore di punta mattina e sera, quando il rischio di incidenti è maggiore.

Chilometraggio

Chilometraggio è un fattore finale uso del veicolo che influenza il prezzo della copertura assicurativa auto. Secondo la Federal Highway Administration (un’agenzia del Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti), il numero medio di miglia percorse per guidatore negli Stati Uniti è 13.476. Ovviamente, il tuo chilometraggio sarà determinato da dove vivi e dove lavori, se hai figli e dalle distanze che guidi per visitare amici e familiari.

Media Annuale Miglia all’Driver per Gruppo di Età
Età Maschio Femmina Totale
16-19 8,206 6,873 7,624
20-34 17,976 12,004 15,098
35-54 18,858 11,464 15,291
55-64 15,859 7,780 11,972
65+ 10,304 4,785 7,646
Media 16,550 10,142 13,476

Le compagnie di assicurazione utilizzano diversi punti di interruzione chilometraggio nel determinare i prezzi. Alcuni impostano il loro livello di sconto fino a 15.000 miglia, mentre altri ti danno una pausa se guidi 8.000 miglia o meno. Alcuni prenderanno la tua parola per esso, mentre altri vogliono controllare la vostra lettura del contachilometri.

Nella maggior parte dei luoghi, il chilometraggio è un elemento relativamente minore della formula dei prezzi assicurativi. In California, però, i regolamenti statali impongono che il chilometraggio sia il secondo fattore più importante nei prezzi dell’assicurazione auto, dopo il record di guida di un cliente. La teoria è che, imponendo che gli assicuratori addebitino essenzialmente i clienti al miglio, lo stato può disincentivare la guida e migliorare l’ambiente. Resta da vedere se il regolamento realizzerà l’obiettivo prefissato.

Shopping in giro per vantaggi

Come con la maggior parte delle cose nel settore assicurativo, vedrete alcune differenze piuttosto grandi in quanta enfasi diverse compagnie di assicurazione posto sui fattori di uso aziendale, pendolarismo, uso piacere, e chilometraggio. Il tuo agente indipendente può aiutarti a identificare l’assicuratore giusto in base ai tuoi particolari modelli di guida.