1 del 25 Prossimo ”
SAN DIEGO : Bernie Parmalee dei Miami Dolphins (C) è una gang affrontato da San Diego Chargers da (L): Giovanni Parrella, Junior Seau e Dennis Gibson durante il loro 08 gennaio playoff a San Diego, CA. La difesa dei Chargers non permise a Miami di segnare nel secondo tempo quando i Chargers vinsero 22-21. (COLORE CHIAVE: caricabatterie indossare blu). (Il credito fotografico dovrebbe leggere Vince Bucci / AFP tramite Getty Images)+

Il calcio è un gioco violento giocato da individui incredibilmente atletici e incisivi. Questi giocatori si sono distinti tra i più colpiti nella storia della NFL.

Sembra che più il tempo passa, meno fisico di un campionato diventa la NFL. Sono lontani i tempi dei nastri VHS” NFL’s Hardest Hits”, ma evidentemente ci sono state alcune palle da demolizione assolute che hanno afflitto i reati con la loro brutalità assetata di sangue. Questi sono i 25 battitori più duri nella storia della NFL.

Chi sono i battitori più duri nella storia della NFL?

Junior Seau

Junior Seau è stato il volto dei San Diego Chargers per 13 stagioni. Da quando è stato redatto No. 5 complessiva fuori USC nel 1990 fino al suo ritiro dopo la stagione 2009, Seau è stato uno dei migliori, e più amati, giocatori nella NFL.

Era una stella quasi istantaneamente. Fu nominato Pro Bowler nella sua seconda stagione nel 1991, totalizzando 129 tackle e sette sack dalla sua posizione di linebacker interno. Dal 1992-94, ha fatto il Pro Bowl ogni anno ed è stato nominato All-Pro in ogni stagione, pure. Seau ha giocato un ruolo enorme nella vittoria sconvolto Chargers nella partita di campionato AFC sopra gli Steelers che li ha inviati al Super Bowl.

Seau continuò a dominare per tutto il 1990 e nel 2000. Fu selezionato per il suo ultimo Pro Bowl nel 2002, che sarebbe stato anche il suo ultimo anno con i Chargers. Ha trascorso tre stagioni con i Miami Dolphins prima di finire la sua carriera con i New England Patriots dal 2006-09.

Va da sé che è difficile glorificare Seau essendo un battitore così grande a causa di ciò che sappiamo ora – in nessun modo si sta tentando di ignorare il modo in cui ha perso la vita. Detto questo, tutto ciò che ha realizzato gli è valso un posto nella Pro Football Hall of Fame nel 2015, dove sarà per sempre riconosciuto come uno dei grandi di tutti i tempi del gioco.