Verificare se si soddisfano le condizioni per rimanere nei Paesi Bassi

Gli imprenditori che intendono rimanere nei Paesi Bassi devono soddisfare una serie di condizioni. A volte si richiede anche un permesso di soggiorno. Il nostro strumento interattivo Che viene nei Paesi Bassi come imprenditore può aiutarti a scoprire rapidamente se questo è vero per te e dirti quali altri obblighi devi adempiere.

Se hai intenzione di iniziare a fare affari nei Paesi Bassi, potresti anche richiedere un conto bancario aziendale (IBAN). L’Associazione bancaria olandese ha creato una scansione rapida per aiutarti a scoprire se sei idoneo. Leggi come funziona.

Scegli una struttura aziendale

Prima di poter registrare la tua attività, devi scegliere una struttura aziendale. Essere consapevoli del fatto che i professionisti freelance e autonomi non sono strutture aziendali legali. La maggior parte dei lavoratori edili freelance iniziano come una ditta individuale o un unico commerciante, ma è anche possibile creare una società a responsabilità limitata (Besloten Vennootschap, BV).

Come operaio edile autonomo, lavori a tue spese e rischi. È possibile avviare un business o effettuare un incarico temporaneo nei Paesi Bassi, mentre con sede in un altro paese. Gli imprenditori a tempo parziale nei Paesi Bassi sono soggetti alle stesse regole degli imprenditori a tempo pieno.

Strumento per la scelta di una struttura giuridica olandese

Se si desidera impostare un business, ma siete in due menti su quale struttura giuridica di scegliere, utilizzare il nostro strumento per la scelta di una struttura giuridica olandese. Ti guiderà attraverso alcune delle principali considerazioni, come responsabilità, personale e tasse, e ti darà consigli adatti alle tue esigenze e desideri.

Registrazione presso il Registro delle imprese olandese e l’Amministrazione fiscale olandese

Quando si avvia un’attività, è necessario registrarsi presso il Registro delle imprese olandese presso la Camera di Commercio dei Paesi Bassi (KVK). Il KVK trasmetterà i tuoi dati all’Amministrazione fiscale e doganale olandese. Entro due settimane riceverai il tuo numero di identificazione IVA e il numero di partita IVA dall’Amministrazione fiscale e doganale per posta. Pertanto non è necessario registrarsi separatamente con loro, a meno che non si crei una società a responsabilità limitata (bv). In tal caso, dovrai registrarti sia con la KVK che con l’Amministrazione fiscale.

Dimostrare che sei un lavoratore autonomo con un accordo modello

L’amministrazione fiscale determina se sei veramente un lavoratore autonomo, o davvero un dipendente. I loro criteri principali per determinare questo sono le risposte a queste domande:

  • Sei obbligato a fare il lavoro da solo? In altre parole, sei libero di lasciare che qualcun altro faccia il lavoro per te?
  • Il tuo cliente è responsabile di come fai il lavoro?
  • Ti viene pagato un salario, ad esempio se ti ammali, la tua paga continua?

Se la risposta a una o più di queste domande in ‘No’, allora l’Amministrazione fiscale probabilmente non si considerano come un dipendente.

Tuttavia, può essere difficile dimostrare che sei un lavoratore autonomo e non un dipendente, specialmente se il tuo cliente era il tuo datore di lavoro prima di iniziare la tua attività e svolgi un lavoro per loro che occupa la maggior parte delle tue ore di lavoro. Per dimostrare la tua indipendenza ai fini fiscali, puoi utilizzare un accordo modello tra te e il tuo cliente per dimostrare di essere veramente un imprenditore. In tal caso, il tuo cliente non deve pagare contributi o tasse sui salari.

Tariffe orarie del costruttore, contratti di costruzione e condizioni generali

Per ottenere incarichi, è necessario effettuare preventivi. I potenziali clienti potrebbero anche voler sapere qual è la tua tariffa oraria. Assicurati di impostare una tariffa oraria realisitic: non troppo bassa, né troppo alta. Quando si imposta la tariffa oraria troppo bassa, può dare l’impressione che la qualità del vostro lavoro è al di sotto standard, mentre un alto tasso può costare potenziali clienti. Assicurati inoltre di redigere un contratto che contenga i termini e le condizioni generali, per evitare incertezze tra te e i tuoi clienti.

Sussidi e regimi fiscali

IVA

I professionisti autonomi sono quasi sempre considerati imprenditori ai fini dell’imposta sulla cifra d’affari, il che significa che devono addebitare e pagare l’IVA sul loro reddito. Quasi ogni imprenditore nei Paesi Bassi deve calcolare e aggiungere l’IVA (imposta sulla cifra d’affari, BTW) sul prezzo di vendita dei loro prodotti e servizi che forniscono. L’IVA è calcolata sul prezzo e su tutti i costi corrispondenti per i vostri beni o servizi. Ciò include tutti i costi di spedizione, i costi di viaggio, i costi telefonici, i costi di imballaggio (ad eccezione dei depositi rimborsabili) e simili.

Tuttavia, se il fatturato è inferiore a €20.000 all’anno, è possibile applicare per il regime di piccole imprese (kleineondernemersregeling, KOR). Se partecipi al KOR, non dovrai addebitare l’IVA ai tuoi clienti.

Imposta sul reddito

Essere considerato un imprenditore ai fini dell’imposta sul fatturato non significa che sarai automaticamente considerato un imprenditore ai fini dell’imposta sul reddito. Quest’ultimo richiede di soddisfare una serie di condizioni. Se non soddisfi questi criteri e non sei impiegato dal tuo cliente, l’Amministrazione fiscale e doganale olandese considera il tuo reddito come reddito accessorio regolare. In tal caso non si ha il diritto di rivendicare alcune detrazioni fiscali che sono disponibili per gli imprenditori. Tuttavia, è possibile richiedere le spese relative al proprio lavoro.

Assistenza sanitaria

I professionisti autonomi devono anche versare un contributo dipendente dal reddito per l’assicurazione sanitaria al governo nazionale. Questo contributo è in cima al premio che si paga al vostro assicuratore sanitario di vostra scelta. Più alto è il tuo reddito, più alto sarà il tuo contributo. Si paga il contributo per mezzo di una dichiarazione dei redditi. Si può beneficiare di un assegno per i costi, noto come ‘indennità di assistenza sanitaria’ (zorgtoeslag).

Regolamenti per i lavoratori edili freelance

Condizioni di lavoro

Se si lavora nei Paesi Bassi come un lavoratore autonomo professionale, si dovrà rispettare la maggior parte delle norme della legge sulle condizioni di lavoro (Arbowet) e le condizioni di lavoro regolamenti. È necessario rispettare tutte le norme relative ai rischi professionali gravi e rischi per terzi. Ci sono regole che si concentrano sulla salute e la sicurezza di te stesso e delle persone con cui lavori, per quanto riguarda:

  • attrezzatura protettiva personale
  • lavoro in altezza
  • lavorare con sostanze pericolose
  • esposizione al rumore
  • apparecchi di sollevamento e di sollevamento macchine

Se la vostra azienda esegue compiti in posizioni che comportano un elevato rischio per la sicurezza, ad esempio il rischio di esplosioni, incendi o lesioni personali, il cliente può chiedere per una lista di controllo di Sicurezza per i Contraenti (SCC) (Veiligheid lista di controllo Aannemers, VCA). La certificazione SCC viene utilizzata per rivedere le politiche di sicurezza delle aziende fornitrici.

Permesso di lavoro per i professionisti autonomi stranieri

I professionisti autonomi stranieri che vogliono fare incarichi nei Paesi Bassi e le imprese nei Paesi Bassi che vogliono subappaltare il lavoro a un professionista autonomo straniero devono rispettare la legge sull’occupazione degli stranieri (Wet arbeid vreemdelingen, Wav). Questa legge contiene varie norme per quanto riguarda i lavoratori autonomi stranieri che lavorano nei Paesi Bassi. Se si proviene da fuori dell’UE, SEE o Svizzera, è necessario un permesso di lavoro (tewerkstellingsvergunning, TWV) per essere autorizzati a lavorare nei Paesi Bassi.

Assicurazioni per i lavoratori edili freelance

Non è obbligatorio per i professionisti autonomi nei Paesi Bassi avere un’assicurazione per malattia, invalidità o disoccupazione, a differenza dei dipendenti. Pertanto, essi stessi devono prendere accordi per questo tipo di assicurazioni sociali se vogliono ricevere prestazioni in caso di malattia o inidoneità al lavoro, ad esempio. Tuttavia, ad essi si applicano i regimi nazionali di assicurazione (sicurezza sociale).

Assicurazione volontaria

Ogni professionista autonomo può stipulare un’assicurazione volontaria contro una serie di rischi aziendali con una compagnia di assicurazioni. Informazioni sui regimi assicurativi in materia di invalidità, previdenza per la vecchiaia, indennità e responsabilità sono disponibili sul sito web Assicurazioni per lavoratori autonomi (Verzekeren voor Zelfstandigen, in olandese).

Finanziamento e sostegno finanziario

Per iniziare a lavorare come libero professionista nel settore delle costruzioni, è spesso necessario un finanziamento. È importante indicare quanto finanziamento si prevede di avere bisogno. Si consiglia di investire in strumenti o acquistare un bus aziendale, ma si potrebbe anche voler acquistare cose come forniture per ufficio o un pacchetto di contabilità.

Se hai bisogno di un sostegno finanziario, il tuo comune può offrirti varie forme di prestazioni sociali ai sensi del decreto sull’assistenza ai lavoratori autonomi (Besluit bijstandverlening zelfstandigen, Bbz). Il Bbz offre prestiti, crediti o integratori a basso reddito.

Verificare se è necessario partecipare a un fondo pensione di settore

I professionisti autonomi che lavorano nell’edilizia sono solitamente tenuti a partecipare a un fondo pensione di settore (Bedrijfstakpensioenfonds, Bpf). Le seguenti industrie richiedono la partecipazione a un fondo pensione di settore:

  • Pittori e decoratori, vetrai
  • Specialisti in pietra naturale, specialisti in terrazzo e pavimenti e imprese di intonacatura e costruzione