Lauren Londra rare foto dei suoi figli Kameron Carter, 11 e 4 anni, Kross Asghedom, 4, aveva fan fare un doppio prendere il 9 Maggio, dopo aver notato come i ragazzi fortemente somigliava loro padri, i rapper Dwayne “di Lil Wayne Carter e Ermias “Nipsey Hussle” Asghedom. London era in una relazione on-and-off con Lil Wayne fino al 2009 prima di dare alla luce il suo figlio maggiore Kameron. L’attrice era con il suo partner di lunga data Nipsey Hussle dal 2013 fino alla sua morte prematura nel 2019.

Nel suo post, London ha augurato a tutti una Felice festa della mamma mentre posava accanto ai suoi ragazzi. Ha scritto: “Buona festa della mamma! Alla tua, alla mia, alla nostra🙏 🏽 🦋 💙.”Molti seguaci hanno aggirato il messaggio iniziale del 36enne e si sono immediatamente concentrati su quanto siano forti i geni di Wayne e Hussle.

Rara immagine di Lauren London dei suoi figli Kameron Carter e Kross Asghedom aveva fan facendo un doppio introito dopo che sembravano apparire come mini repliche dei loro padri, rapper Lil Wayne e Nipsey Hussle. Photo:@laurenlondon/Instagram

“Come entrambi i suoi figli hanno il loro papà tutta la faccia, ma le sue fossette lol 😍.”

“Little Nip Wayne and Little Wayne”

“She ain’t pass on NO genes 😭.”

” Sono i loro padri gemelli # # LLNIP 🏁.”

” Perché lei fa copie di quegli uomini 😍.”

Il mese scorso, durante un’intervista con” Entertainment Tonight”, mentre promuoveva il suo ultimo film,” Without Remorse”, interpretato da Michael B. Jordan, London ha aperto sull’importanza di mostrare la vita di Kameron e Kross dopo il dolore dopo la morte del suo” amato ” Nipsey. Hussle è stato ucciso davanti al suo negozio di abbigliamento il 31 marzo 2019. L “incidente sarebbe iniziato dopo che il rapper riferito informato Eric R. Holder della sua reputazione nel quartiere di essere un” boccino.”Prima del secondo anniversario della morte di Hussle, Holder ha chiesto i suoi 6 6.5 milioni di bond da ridurre.

Alla domanda se fosse importante per i suoi figli vederla tornare al lavoro dopo aver perso Hussle, ha detto: “110 per cento perché non possiamo vivere nelle nostre caverne. Non possiamo fermarci. Sai, abbiamo uno scopo, tutti noi. E ‘ importante per i miei figli vedermi andare avanti con il dolore. Non solo arricciarsi nella palla perché ho strisciato in una palla per molto tempo. Ma soprattutto per il mio figlio maggiore perché è solo un po ‘ più consapevole che sai che saremo tristi e soffriremo per molto tempo per sempre. Ma che continueremo ad andare avanti come dobbiamo come Nip vorrebbe che lo facessimo.”