(MoMo Produzioni via Getty Images)

la Maggior parte degli Americani sono almeno un po ‘ felice con la loro vita, ma alcuni si sono cimentati con problemi come la solitudine e l’isolamento, equilibrio vita-lavoro e la ricerca di significato e di scopo. Nel corso degli anni, Pew Research Center ha condotto indagini in tutte queste aree. Qui ci sono nove cose che abbiamo imparato da loro su come gli americani stanno affrontando la vita moderna:

1La maggior parte – ma non tutti-gli americani trovano un significato nel loro lavoro. In un sondaggio del Pew Research Center del 2017, il 70% degli adulti statunitensi ha affermato che il loro lavoro o la loro carriera hanno fornito loro almeno un significato, con un terzo (34%) che ha derivato molto significato dal loro lavoro, rispetto al 29% i cui lavori hanno dato loro poco o nessun significato. E quando è stato chiesto in un sondaggio separato del 2017 di descrivere con parole proprie ciò che rende le loro vite significative, circa un terzo degli americani (34%) ha menzionato il proprio lavoro o la propria carriera. Coloro che hanno avuto la tendenza ad essere più soddisfatti della loro vita rispetto ad altri, indipendentemente dalla loro istruzione o reddito.

Per questa analisi, abbiamo tratto da una serie di precedenti rapporti del Pew Research Center, utilizzando i dati di più indagini condotte tra il 2015 e il 2018 tramite il pannello American Trends del Centro, il pannello AmeriSpeak di NORC e sondaggi telefonici. Alcuni dei sondaggi hanno intervistato tutti gli adulti statunitensi, mentre altri hanno intervistato adolescenti statunitensi o genitori statunitensi. Link a relazioni pertinenti che coprono ogni indagine in modo più approfondito possono essere trovati nel post.

2gli americani si sentono occupati, ma non troppo occupati per godersi la vita. La vita moderna sembra richiedere un sacco di multitasking: in un sondaggio 2016, circa la metà degli americani (52%) ha dichiarato che di solito stanno cercando di fare due o più cose contemporaneamente. Ma solo l ‘ 11% degli americani ha detto che il ritmo veloce della loro vita stava danneggiando la loro salute. In un sondaggio del 2018, il 60% degli adulti statunitensi ha dichiarato di sentirsi almeno a volte troppo occupato per godersi la vita, ma solo il 12% ha dichiarato di sentirsi in questo modo tutto o la maggior parte del tempo.

Le mamme che lavorano sei su dieci dicono che bilanciare lavoro e famiglia è difficile 3i genitori hanno un tempo più difficile con la velocità della vita moderna. I genitori di bambini di età inferiore ai 18 anni sembrano avere un tempo più difficile con la velocità della vita moderna rispetto a quelli con bambini più grandi o non genitori. In un sondaggio del 2018, il 74% di questi genitori ha dichiarato di sentirsi almeno a volte troppo occupato per godersi la vita, rispetto al 55% degli americani con bambini più grandi o senza figli. I genitori di bambini piccoli erano anche quasi il doppio delle probabilità di dire che si sentivano in questo modo per la maggior parte del tempo (18% vs. 10%).

In uno studio del 2015 incentrato specificamente sui genitori americani con bambini sotto i 18 anni, quasi un terzo (31%) ha dichiarato di sentirsi sempre affrettato. E mentre la stragrande maggioranza dei genitori ha trovato la genitorialità piacevole (90%) e gratificante (88%) la maggior parte o tutto il tempo, quote considerevoli hanno anche trovato un genitore stancante (33%) e stressante (25%). Tra i genitori con un lavoro, il 56% ha dichiarato che è difficile bilanciare le responsabilità del proprio lavoro e della propria famiglia.

4la tecnologia e il sovraccarico di informazioni rendono la vita più impegnativa per alcuni. La tecnologia sembra avere un impatto misto sui lavoratori americani. Oltre un terzo degli americani impiegati (39%) afferma che la tecnologia ha generalmente reso il loro lavoro più impegnativo, mentre 29% afferma di aver reso il loro lavoro meno impegnativo, secondo un sondaggio 2017. La velocità e il volume delle informazioni possono giocare un ruolo nelle esigenze della vita moderna: tre americani su dieci hanno dichiarato nel 2016 di essere spesso stressati dalla quantità di informazioni che devono considerare quando prendono decisioni importanti, e il 16% ha dichiarato che spesso non hanno abbastanza tempo per raccogliere tutte le informazioni di cui hanno bisogno quando lo fanno.

Gli utenti dei social media sperimentano un mix di emozioni positive e negative durante l'utilizzo di queste piattaforme 5gli americani hanno maggiori probabilità di vedere i social media come fornire connessioni con gli altri piuttosto che causare esperienze negative. Mentre la ricerca del Centro precedente ha scoperto che l’esposizione ai contenuti dei social media può indirettamente far sentire alcune persone stressate, gli americani dicono che hanno maggiori probabilità di trovare una connessione online piuttosto che avere esperienze negative. In un sondaggio 2018 degli Stati Uniti gli utenti dei social media, una maggioranza (71%) ha detto che spesso o talvolta vedere contenuti che li fa sentire connessi sui social media. Meno hanno detto di aver incontrato contenuti negativi, anche se il 49% ha dichiarato di vedere spesso o talvolta cose che li fanno sentire depressi e il 31% ha dichiarato di vedere spesso o talvolta contenuti che li fanno sentire soli.

Ansia e depressione top list dei problemi gli adolescenti vedono tra i loro coetanei 6le adolescenti dicono che l’ansia e la depressione sono un grosso problema tra i loro coetanei. Sette su dieci Stati Uniti. gli adolescenti di età compresa tra 13 e 17 hanno dichiarato in un sondaggio 2018 che l’ansia e la depressione erano un grosso problema tra le persone della loro età nella comunità in cui vivono – un modello che non varia sostanzialmente in base al reddito familiare. Alla domanda sulla propria vita, la maggior parte degli adolescenti (61%) ha dichiarato di affrontare molte pressioni per ottenere buoni voti a scuola. Circa tre-in-dieci hanno detto che si sentono tesi o nervoso per la loro giornata quasi ogni giorno, e la stessa quota voluto che avevano più amici.

7mentre la maggioranza degli americani è almeno un po ‘ soddisfatta della propria vita sociale, una minoranza sostanziale vede lacune nelle proprie connessioni personali. In un sondaggio 2018, circa tre quarti degli adulti (73%) hanno dichiarato di essere almeno un po ‘soddisfatti della loro vita sociale, e oltre un quarto (27%) si è dichiarato molto soddisfatto – approssimativamente equivalente a 26% che era almeno un po’ insoddisfatto della loro vita sociale. Solo l ‘ 8% ha dichiarato di essere molto insoddisfatto della propria vita sociale. Lo stesso sondaggio ha anche chiesto agli americani più specificamente se sentissero di avere connessioni sociali di supporto. Più della metà (54%) ha dichiarato di avere persone nella loro vita a cui potrebbero rivolgersi per il supporto tutto o la maggior parte del tempo. Ma una considerevole minoranza ha ritenuto che la loro rete di supporto potrebbe essere migliorata: un terzo (33%) ha dichiarato di sentirsi solo a volte come se avessero persone a cui rivolgersi per il supporto, e uno su dieci ha detto che quasi mai si sentiva in quel modo.

Gli americani meno istruiti e a basso reddito hanno meno probabilità di menzionare le amicizie come fonte di significato 8gli americani più alti e bianchi hanno più probabilità degli americani a basso reddito e neri e ispanici di trovare un significato nella vita attraverso gli amici. Quando è stato chiesto di descrivere dove trovano significato nella vita, il 19% degli americani ha menzionato i loro amici, secondo un sondaggio del 2017. Coloro che hanno menzionato gli amici tendevano ad essere più soddisfatti della loro vita rispetto a quelli che non l’hanno fatto, indipendentemente dalla loro età, dallo stato delle relazioni, dall’istruzione, dal reddito e da altri fattori.

Tuttavia, gli americani con redditi annuali delle famiglie superiori a $75.000 erano sostanzialmente più propensi a menzionare i loro amici come fonte chiave di significato rispetto a quelli che guadagnavano meno di $30.000 (25% vs 14%). Gli americani bianchi avevano anche il doppio delle probabilità di menzionare i loro amici rispetto agli adulti neri e ispanici. E c’erano modelli simili quando si confrontano gli americani con istruzione universitaria con quelli senza esperienza universitaria.

Un sondaggio 2018 ha rilevato che mentre solo un americano su dieci (10%) ha dichiarato di sentirsi solo o isolato da quelli che li circondano tutti o la maggior parte del tempo, questo tasso è più alto tra gli americani a basso reddito (16%).

9l’appartenenza a una comunità non si colloca in alto come altri fattori in termini di significato nella vita. Mentre molti americani hanno detto in 2017 che trovano un significato nella loro famiglia (69%), bambini (34%), coniuge o partner (20%) e amici (19%), solo 7% ha menzionato di trovare un significato nell’appartenenza a un gruppo, comunità o chiesa. E mentre il 79% degli americani ha dichiarato in un sondaggio del 2018 di essere almeno un po ‘ soddisfatto della qualità della vita nella propria comunità locale, solo il 16% ha dichiarato di essere molto legato alla propria comunità locale.