La produzione discreta è un tipo di processo di produzione in cui l’output può essere contato e monitorato in base ai numeri di unità e sono misurati in termini di peso o volume.
Un’azienda deve avere un buon software di supporto che aiuti nella pianificazione e nell’esecuzione impeccabili dello stesso. La sfida più grande di questo processo di produzione è che la sua produzione dipende dalle esigenze individuali dei suoi clienti.
Esempi di prodotti realizzati con produzione discreta includono automobili, mobili, aerei, giocattoli, smartphone e sistemi di difesa. In teoria, un prodotto discreto può essere scomposto alla fine del suo ciclo di vita in modo che i suoi componenti di base possano essere riciclati.

Quali sono gli esempi di produzione discreti?

Quasi ogni articolo venduto nei negozi è un esempio di produzione discreta. Ciò che si intende per produzione discreta è che l’oggetto che viene creato è un’unità distinta. Puoi dividere prodotti non distinti, come l’olio, in qualsiasi dimensione tu voglia. Non puoi dividere una teiera in due metà perché è un’unità distinta.

Esempi di produzione discreta potrebbe includere:

  • veicoli
  • aereo
  • smartphone
  • computer
  • pentole
  • abbigliamento
  • cavi

potrebbe anche includere parti come:

  • dadi
  • bulloni
  • staffe

Queste parti possono essere singolarmente numerabili come unità o identificabili come numeri. Di solito una volta prodotti, gli articoli non possono essere distillati di nuovo in componenti originali.

La produzione discreta può essere caratterizzata dalla produzione di unità; dove le unità possono essere prodotte con elevata complessità e basso volume, come aerei o computer, o bassa complessità e volumi elevati, come dadi o bulloni.

Produzione discreta rispetto al processo

La produzione discreta contrasta con la produzione di processo. Nella produzione di processo, il prodotto viene creato utilizzando una formula o una ricetta per affinare gli ingredienti grezzi e il prodotto finale non può essere suddiviso nei suoi componenti di base.
Esempi di beni prodotti dalla produzione di processo includono prodotti farmaceutici, alimentari e bevande, olio raffinato e vernici.
I produttori discreti utilizzano una distinta base (BOM) e la produzione segue un percorso, come una catena di montaggio, mentre la produzione di processo utilizza una ricetta e gli ingredienti vengono miscelati o raffinati in lotti.
I produttori discreti fanno cose che possono essere contate e dettagliate e spesso richiedono l’assemblaggio. Esempi sono la Ford Motor Company che fa camion e automobili, Rawlings che fa palle da baseball e guanti, Apple e iPhone e computer, e tutte le altre aziende che fanno tutti gli altri widget e aggeggi. Questi prodotti sono ordinati, fabbricati o assemblati e consegnati, in base a “quanti” il cliente ha bisogno.
I produttori discreti, d’altra parte, possono avere una distinta base (BOM) altamente complessa, che può essere parti o materie prime. Inoltre, la maggior parte della produzione ha un processo di assemblaggio a più fasi. Se manca una singola parte o materiale, l’intero processo di produzione può fermarsi. L’assemblaggio richiede anche un ampio spazio di fabbrica, più macchine spesso organizzate in celle e di solito richiede più input e manodopera umana durante tutto il processo. Per questo motivo, la disponibilità è fondamentale.
I produttori di flusso continuo o di processo producono materiale che deve essere miscelato da una formula o da una ricetta. Aziende farmaceutiche come GlaxoSmithKline, aziende chimiche come Dow Dupont, o compagnie petrolifere come Exxon Mobil Corporation. Anche la maggior parte dei produttori di alimenti e birra rientra in questa categoria, anche se il prodotto finale è confezionato o imbottigliato ed è tecnicamente una cosa. Il cibo è solo roba commestibile, a quanto pare. I clienti ordinano dai produttori di processo in base a “quanto” di qualcosa di cui hanno bisogno.
Nonostante le loro differenze, molti produttori hanno elementi di entrambi i tipi di prodotti nel loro processo di produzione.

Produzione discreta e sistemi ERP

I sistemi ERP, allora chiamati Manufacturing Resource planning (MRP), sono stati originariamente sviluppati per gestire i processi di produzione discreti. Questi sistemi ERP consentono alle aziende di controllare e ottenere visibilità nel processo di produzione, contribuendo ad eliminare gli sprechi e riducendo il tempo necessario per produrre la merce.
Le funzioni tipiche di questi sistemi includono la gestione dell’inventario o dei materiali, la gestione degli ordini di vendita, la gestione della supply chain, la gestione finanziaria e il CRM. I sistemi ERP sono spesso personalizzati per specifiche esigenze di produzione discrete in vari settori, come automotive, aerospaziale, difesa, attrezzature industriali ed elettronica. I sistemi sono quindi in genere personalizzati per soddisfare le esigenze specifiche di un produttore.