Sto lavorando al mio progetto Felicità, e si potrebbe avere uno, troppo! Il progetto di ognuno avrà un aspetto diverso, ma è la persona rara che non può beneficiare. Partecipa in non c’è bisogno di recuperare, basta saltare in questo momento. Il post di ogni venerdì ti aiuterà a pensare al tuo progetto di felicità.

Una delle cose più sorprendenti e utili che ho imparato dal mio progetto di felicità è il mio terzo Comandamento: agisci come voglio sentire.

Anche se presumiamo di agire a causa del modo in cui ci sentiamo, in realtà, spesso ci sentiamo a causa del modo in cui agiamo. Più di un secolo fa, il filosofo e psicologo William James descrisse questo fenomeno: “L’azione sembra seguire il sentimento, ma in realtà l’azione e il sentimento vanno insieme; e regolando l’azione, che è sotto il controllo più diretto della volontà, possiamo indirettamente regolare il sentimento, che non lo è.”Agendo come se ti sentissi in un certo modo, induci quell’emozione in te stesso.

Io uso questa strategia su me stesso. Se mi sento timido, agisco amichevole. Se mi sento irritato, agisco con amore. Questo è molto più difficile da fare di quanto sembri, ma è incredibilmente efficace.

Ultimamente, mi sento basso. Ho avuto varie giustificazioni per il mio umore blu, ma proprio ieri sera mi è venuto in mente – forse è dovuto al mio persistente caso di congiuntivite virale (che mi è stato molto in mente).

Come conseguenza della congiuntivite, i miei occhi si alzano costantemente e mi asciugo le lacrime dal viso molte volte durante il giorno. Forse questo sta contribuendo ai miei sentimenti di tristezza.

Sembra inverosimile – che mi sento triste perché i miei occhi stanno annaffiando a causa dell’infiammazione oculare-ma mi sono davvero sorpreso a chiedermi: “Perché mi sento così emotivo, perché sto strappando?”La mia mente era alla ricerca di una spiegazione che giustificasse una tale risposta in lacrime.

Le azioni, anche le azioni involontarie, influenzano i sentimenti. Gli studi dimostrano che un sorriso indotto artificialmente può indurre emozioni più felici, e un esperimento suggerisce che le persone che usano il Botox sono meno inclini alla rabbia, perché non possono fare facce arrabbiate e accigliate.

Di solito, tuttavia, invoco il principio act-the-way-I-want-to-feel non nel contesto di un’azione involontaria, come occhi lacrimosi, ma nel contesto dell’autoregolamentazione. Quando provo una sensazione spiacevole, la contrasta comportandomi nel modo in cui vorrei sentirmi felt quando ho voglia di urlare ai miei figli, faccio una battuta; quando mi sento infastidito da un commesso, inizio a comportarmi in modo loquace.

Funziona davvero. Quando posso farlo da solo.

E tu? Hai mai sperimentato una situazione in cui un cambiamento nelle tue azioni ha cambiato le tue emozioni?

* Lo scorso fine settimana è stata la maratona di New York, che è un grosso problema per tutti coloro che vivono a New York City. Crea una sensazione di festa, anche quando non stai correndo, o guardando la gara, o anche seguendola in TV. E ‘ un evento molto felice. Mi è piaciuto guardare questo video time-lapse su Gimundo di un singolo isolato della città durante la gara.

* Invio brevi newsletter mensili che evidenziano il meglio dei post del mese precedente a circa 28.000 abbonati. Se vuoi iscriverti, clicca qui o scrivimi a grubin, poi il segno “at”, poi gretchenrubin dot com. (mi dispiace per quel formato strano-cercando di contrastare gli spammer.) Basta scrivere “newsletter” nella riga dell’oggetto. E ‘ gratis.